Riscaldamento con pannello a infrarossi

Sempre in relazione al risparmio energetico oggi vi voglio parlare di questa forma di riscaldamento che ho avuto modo di conoscere e apprezzare nella mia vita lavorativa di installatore. E’ usato prevalentemente in nord Europa (dove ormai funziona tutto tramite rete elettrica) ma comincia a diffondersi anche qui da noi tenuto conto che l’autoconsumo dell’energia elettrica derivante dall’introduzione degli impianti fotovoltaici nelle nostre case è più conveniente dell’immissone in rete dell’energia stessa.

In termini tecnici quello che vedete qui a fianco è un pannello irradiante a raggi infrarossi. Questi pannelli non riscaldano l’aria come avviene con i termosifoni o stufe in genere ma le persone e gli oggetti che sono presenti nella stanza. In parole povere il loro funzionamento riproduce quello dei raggi solari, attraverso onde a infrarossi che si propagano nell’aria e vengono assorbite da qualunque corpo solido generando sensazione di calore.

Vediamo allora quali sono i vantaggi di questa tecnologia rispetto ai tradizionali metodi di riscaldamento:

  • calore immediato in quanto non hanno bisogno di riscaldare la massa d’aria contenuta nella stanza
  • calore omogeneo in tutti i punti:

fonti di riscaldamento tradizionali

riscaldamento infrarossi

distribuzione della temperatura

  • eliminazione di zone dove si concentra umidità con conseguente proliferazione di muffe e quindi vivere in un ambiente dove si respira bene (ne parlo anche nell’articolo VMC ventilazione meccanica controllata)
  • minore dispersione nell’ambiente di polveri, peli di animali,pollini…
  • consumi ridotti infatti con un pannello da 400 watt si può coprire una stanza di 20 metri quadrati.
  • manutenzione assente e facili da installare. Basta collegarli a una comunissima presa di corrente
  • i raggi infrarossi non comportano alcun danno per la salute in quanto sono equiparati allo stesso meccanismo dei raggi che assorbiamo comunemente dal sole quando siamo all’aperto.

Ovviamente se avete installato un buon impianto fotovoltaico questa tecnologia potrebbe essere presa in considerazione. Se invece non avete il fotovoltaico questi pannelli trovano impiego (meglio se fai da te):

in bagno come alternativa alla stufetta elettrica (che di norma consuma dai 1500 ai 2000 w) sia come scaldasalviette o esiste anche con finitura a specchio per la sostituzione della specchiera

in taverna o altri luoghi della casa che non si usano spesso e che magari lasciamo a riscaldamento spento

Fate voi! Vi do un paio di link per vedere quello che c’è su amazon e se avete bisogno di aiuto per il dimensionamento,motivi di decorazione o qualche altra info lasciate un riferimento nei commenti e vi contatterò.

link pannello infrarosso: http://amzn.to/2n5CGnG

link pannello infrarosso decorativo: http://amzn.to/2nzhRyM

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.