Il lampadario a testa di medusa

Sconfino dai tradizionali temi tecnici alla mitologia per parlarvi del lampadario a testa di medusa. Come vedete in foto si tratta di una fonte luminosa molto elegante e con uno stile caratteristico. La sua particolarità è di avere come fonte luminosa le classiche lampadine alogene “bispina” da 20 watt…. questo modello ne ha venti…. quindi 20×20 fanno 400 watt… diciamo una buona potenza ma l’effetto che da in una stanza gli rende merito.

Ne esistono anche di altre forme (pendenti e faretti singoli) ma il concetto di base è sempre quello della lampadina alogena da 20 watt in 12 volt attacco g4 che vedete qui a fianco. L’inconveniente in questi lampadari è che ogni tanto si brucia una, due, tre bispina e …. per carità… ci si vede lo stesso ma l’eleganza è un pò compromessa. Poi devo dire che se andate a prendere il ricambio nel negozio dove avete comprato il lampadario arrivano a farvi spendere 4-5 euro per lampadina quindi per mantenere uno stile decoroso vi rapinano. Esiste una soluzione?  Led?  Claro che si!

Nell’esempio della prima foto avevamo un lampadario da 400 watt e con le “bispina led”( consumo 3 watt in 12 volt diffusione 360°) passeremmo a 60 watt con la stessa resa luminosa e con una durata notevolmente superiore, scaldano meno e quindi ci fanno risparmiare. Io quelle che avevo a casa le ho cambiate tutte e quelle nuove fanno la loro bella figura in quanto i led non si vedono perchè sono incapsulati in un guscio di pvc satinato che quando le guardi da accese non da fastidio alla vista.

Per me è un articolo valido che potete acquistare e installare da soli e….. costa meno delle alogene…. provare per credere!

NB: le trovate su Amazon, vi consiglio avendole viste accese di prendere quelle a luce calda 3000°k che fanno un bell’effetto!

link:   http://amzn.to/2ko1ebw

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.